Illustrazione Botanica

Era solo una questione di tempo prima che amore per le piante, per lo studio e per il disegno, si coniugassero in un tentativo di mettere su carta colori, nozioni, foglie e fiori.

L’illustrazione botanica ha radici antichissime, e nasce dalla necessità di descrivere nei minimi particolari l’anatomia delle erbe e delle piante. Dapprima si tratta di erbari e farmacopee, per racchiudere le immagini di erbe e piante medicinali. Già quindi il carattere scientifico di queste immagini è ben evidente Questa illustrazione ne è un esempio https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Wilde_Karde_(Wiener_Dioskurides).jpg?uselang=fr

Successivamente, verso il 1700, si iniziano a descrivere nuove piante scoperte e nasce la nuova figura professionale di illustratore botanico. Aveva il compito di testimoniare le novità in campo botanico, ed inizia anche a migliorare le illustrazioni utilizzando acquerelli e tecniche grafiche migliori.

Col passare del tempo, diventa un settore dell’arte ben definito, con regole e canoni che ne fanno sempre più una fusione tra scienza ed arte. Vengono illustrati libri e cataloghi e le stampe vengono trattate come veri e propri quadri per abbellire soggiorni e locali privati. Molti aristocratici commissionavano delle verie e proprie testimonianze dipinte dei loro giardini.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *